Sintomi del fegato grasso: una condizione silenziosa che può portare al cancro

Circa il 20% della popolazione adulta cilena soffre di steatosi epatica. Questa malattia silenziosa di solito compare e si avverte molto tardi, in molti casi anche quando la cirrosi è in via di sviluppo e colpisce gravemente l’organo.

Il fegato grasso non alcolico è una malattia che riunisce una varietà di condizioni epatiche nelle persone che consumano poco o nessun alcol, secondo MayoClinic .

Questa condizione è la forma più comune di malattia epatica cronica e coinvolge il grasso in eccesso immagazzinato nelle cellule epatiche. Solo negli Stati Uniti colpisce un quarto della popolazione.

Altre condizioni

Secondo Guillermo Silva, gastroenterologo ed epatologo della Clinica Las Condes, questa alterazione del fegato può derivare dall’avanzare dell’età e da diete ricche di grassi, zuccheri e carboidrati.

L’obesità e l’insulino-resistenza sono anche legate alla steatosi epatica, dovuta a fenomeni infiammatori che circolano nel sangue e la cui affezione va direttamente all’organo.

Silva spiega che nel processo può andare a uno stadio evolutivo della condizione, chiamato steatoepatite e nel corso degli anni sviluppare cirrosi e cancro al fegato in alcuni casi.

Sesso e menopausa: ecco come la cessazione delle mestruazioni influenza le relazioni intime

Attenzione ai sintomi del fegato grasso

“Il fegato di solito non dà sintomi fino agli stadi avanzati della malattia; quindi, una volta rilevata la steatosi epatica, dovrebbe essere seguita dall’epatologo”, afferma l’esperto. La via della diagnosi è mediante esami epatici di laboratorio ed ecotomografia.

Generalmente i principali sintomi che possono manifestarsi dalla steatosi epatica sono affaticamento, così come dolore nella parte superiore destra dell’addome o manifestazione di affaticamento.


Quando è già in uno stadio avanzato (cirrosi), la Mayo Clinic consiglia al paziente di presentare:

  • Gonfiore addominale
  • Vasi sanguigni ingrossati sotto la superficie della pelle
  • Milza ingrossata
  • Palme rosse
  • Ingiallimento della pelle e degli occhi

Bisogna stare attenti a perdere peso, se c’è obesità, e mantenere una dieta sana, perché quando viene colpito un fegato aumentano i rischi di infarto, trombosi cerebrale o malattie cardiovascolari.

Questo articolo è concepito per essere informativo e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedi sempre al tuo medico o specialista se hai domande sulla tua salute o prima di iniziare il trattamento.

Non sono solo le vampate di calore: 30 sintomi della menopausa e come affrontarli