Scopri quanto vive un gatto e come accudirlo per tenerlo con te il più a lungo possibile.

In generale, i gatti sono animali piuttosto longevi e possono vivere più a lungo di un cane di piccola taglia. Secondo le stime, potrebbero vivere fino a 15 anni, ma altre condizioni influenzano il tempo che trascorreranno con te.

Ad esempio, stile di vita o dieta, a cui esistono varianti genetiche o malattie che potrebbero accorciare la vita.

gatto di strada

Se ti sei innamorato del gatto sul blocco, dovresti sapere che le sue possibilità di morire prima dei 15 anni sono molto alte. Si dice che i gatti di strada abbiano il 50% di probabilità di compiere 2 anni.

Questo accade perché per strada sono esposti a pericoli ai quali non sempre sono preparati. Come le auto, combatti contro animali più grandi, possono cadere da luoghi alti o rimanere intrappolati in vicoli ciechi.

Un altro problema è il cibo. Aumentano il rischio di contagio con malattie mortali perché mangiano ciò che trovano per sopravvivere.


E il gatto di casa?

Se hai il tuo felino sempre a casa, potrebbe durare fino a circa 20 anni. In effetti, c’è un record di un gatto negli Stati Uniti che è morto all’età di 32 anni.

Non solo per le bacchette: i benefici per la salute dei fiori di sambuco

In generale, ci sono razze che vivono molto più a lungo di un normale gatto domestico. In generale, i gatti siamesi e siberiani possono superare i 20 anni di età. Questo se conducono una vita sana e attiva.


Se hanno le vaccinazioni aggiornate e seguono una dieta sana, la loro aspettativa di vita sarà limitata. È importante che conducano una vita attiva e si esercitino quotidianamente per evitare l’obesità. Ma si consiglia di evitare le passeggiate notturne come attività fisica perché possono essere feriti in un combattimento o infettati dalla leucemia felina entrando in contatto con un animale che ha già la malattia.

Cosa posso fare per farlo vivere più a lungo?

La raccomandazione principale è sempre quella di prendersi cura di loro. Conoscere il tuo gatto, sapere quali cambiamenti di umore o compartimento potrebbe indicare che ha una malattia. La dieta è anche una priorità estremamente importante che dovrebbe essere quella di prevenire il sovrappeso.


Non dimenticare le cure dentistiche. Poiché le gengive hanno un apporto di sangue abbondante e permanente, possono diventare la fonte di batteri che poi viaggiano e contaminano altri organi, come il fegato e i reni. A lungo termine, una cattiva salute orale potrebbe portare a insufficienza d’organo.

Non lasciarti ingannare: 5 razze di gatti estremamente intelligenti