Pesce per diabetici: cosa consigliano gli esperti?

La dieta è il principale fattore di cambiamento per le persone che si trovano di fronte a una diagnosi di diabete 2. Ci sono molti alimenti che devono essere eliminati o altri che devono essere controllati. Ma ci sono anche alimenti di cui puoi approfittare e aumentare il tuo consumo per aiutare a controllare la malattia e le sue conseguenze. I pesci sono uno di questi.

Si pensa che il diabete di tipo 2 causi un solo problema con i livelli di zucchero nelle persone. Ma può anche creare problemi di salute nel sistema cardiovascolare. In effetti, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie,  CDC, indicano che le persone con questa malattia hanno il doppio delle probabilità di avere un infarto.

Quanto pesce dovrei mangiare?

La raccomandazione è di consumare due porzioni a settimana e che il consumo dovrebbe essere limitato solo se si tratta di specie con elevate riserve di mercurio come pesce tegola, pesce spada e squalo.

Problemi alla tiroide: controlla quali sintomi potrebbero indicare problemi

Per cucinare, l’American Diabetes Association afferma che le persone con diabete di tipo 2 dovrebbero mangiare pesce alla griglia, al forno o in camicia in acqua.

Tonno in scatola

Affinché le raccomandazioni soddisfino le tasche e la realtà delle persone, gli esperti raccomandano il tonno in scatola e il pesce fresco. Certo, sarà sempre meglio preferire l’opzione in scatola all’acqua e non all’olio, per ridurre le calorie, ma non i benefici degli Omega-3. 

 

Insalata con tonno in scatola
Insalata con tonno in scatola

 

Salmone

Questo pesce è molto ricco di acidi grassi Omega-3 . Questo grasso sano aiuta la salute del cuore e previene malattie o insufficienza d’organo, oltre a prevenire gli attacchi di cuore.

Può essere cucinato in molti modi, ma è consigliabile che i condimenti siano mantenuti leggeri e sani, in modo che non vanifichino tutti i benefici che apporta il pesce. Solo con olio d’oliva, limone e sale si può ottenere un ottimo sapore.

 

Salmone cotto
Salmone cotto

 

Trota 

I pesci con più grassi, come la trota, contengono più omega-3 rispetto ad altre specie. Quindi il suo consumo potrebbe generare ancora più benefici. Per cucinarlo bisogna tener conto che ogni animale ha il suo sapore ed è meglio sfruttarlo e non coprirlo con condimenti.

Un paziente cieco riacquista parzialmente la vista con la terapia optogenetica

 

Trota fresca
Trota fresca