Non riesci a dormire? Prendete sul serio questo problema e mettete in pratica questi consigli.

Molti adulti sottovalutano le ore di sonno che devono soddisfare per godersi una buona notte di sonno. Pertanto, ogni giorno è più importante capire che la qualità del sonno influenza direttamente un buon svolgimento delle attività quotidiane e il mantenimento di una vita sana.

Se dormiamo male, gli effetti negativi sul nostro corpo si faranno sentire a breve termine. Ed è di queste complicazioni che parla il dottor Leonardo Serra, responsabile del Centro per i disturbi del sonno della Clinica tedesca, che elenca le malattie associate a un cattivo riposo.

Spiega che i rischi sono di natura cardiovascolare, poiché la persona inizia ad aumentare di peso e la pressione sanguigna aumenta, provocando infarti e ictus. Ha anche citato problemi cognitivi, che chiama memoria o scarsa concentrazione.

Cosa ci impedisce di dormire?

In un’intervista per il quotidiano  El Universo, lo psicologo Alfonso Terán ricorda lo scenario che vive attualmente l’umanità di fronte alla pandemia causata dal coronavirus . Sostiene che il disturbo del sonno abbia la sua origine in fattori biologici, psicologici ed emotivi.

Non solo aiuta la digestione: i 10 principali benefici del consumo di prugne

L’incertezza e il confinamento generati dal Covid-19 hanno portato con sé ansia, stress e alterazioni nella routine quotidiana che tutti erano soliti svolgere nel proprio lavoro quotidiano, che a loro volta generano disturbi del sonno.

Terán spiega che l’insonnia è l’alterazione più comune di questa condizione, che non è altro che la difficoltà di ottenere un sonno ristoratore e secondo la Società Spagnola del Sonno (SES) è il motivo più comune di consultazione ed è più diffuso nel sesso femminile .

Il portale della BBC mette in luce quanto detto dal neuroscienziato britannico Matthew Walker, direttore del Laboratorio del sonno dell’Università della California, che avverte anche della necessità di raggiungere la qualità del riposo. Sottolinea che il mondo moderno ha un pessimo concetto di dormire lunghe ore – tra le 8 e le 9 – perché ha stabilito un legame con la debolezza e la vergogna.

Con ciò ribadisce quanto affermato dal dottor Serra, ricordando che la mancanza di sonno è responsabile di molte malattie nell’uomo.

Nei sulla pelle: fai attenzione a questi segnali di pericolo per andare dal dermatologo

Suggerimenti per dormire bene la notte

Alcuni di questi suggerimenti possono aiutarti a ottenere un sonno prospero che ripristina un riposo ottimale:

  • Orari regolari: prenditi un tempo prestabilito per svegliarti e dormire la notte. Il cervello si abitua a notti insonni e inizia a riposare nelle ore alte, il che è dannoso per il corpo.

Nei fine settimana non si dorme fino a tardi, provoca problemi nei ritmi biologici.

  • Dormi al buio: la luce non ti permetterà di raggiungere quel sonno profondo. Prova una stanza buia, senza quelle fastidiose “luci” che portano i dispositivi elettronici. Appendi tende scure o spesse per bloccare la luce.
  • Esercizio più frequente: quando si fa attività fisica, il cortisolo scende, spiega Terán, quando si dice che questo neurotrasmettitore viene secreto quando c’è stress o ansia, ma quando ci alleniamo, scende e quindi il sonno tornerà ai valori bassi di questo ormone.
  • Ridurre l’assunzione di alcol e caffeina: cerca di bere il caffè al mattino ed evitalo dal pomeriggio e ovviamente la sera. Sebbene alcune persone assicurino di potersi addormentare, anche bevendo caffè di notte, lo specialista sostiene che “questo sonno non sarà profondo quando c’è caffeina che circola nel cervello”.
L'esperto insegna come utilizzare correttamente i dispositivi di misurazione della pressione

Questo articolo è concepito per essere informativo e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedi sempre al tuo medico o specialista se hai domande sulla tua salute o prima di iniziare il trattamento.