Non lasciarti ingannare: se non consumi questi semi, non hai una dieta sana

Per avere una dieta davvero sana non devi lasciarti trasportare dalle mode o da ciò che l’industria alimentare decide sarà il prossimo super ingrediente. Invece, dai la priorità al cibo ricco di una varietà di sostanze nutritive .

I semi, come gruppo, sono uno di questi. Sebbene contribuiscano tutti in modo diverso, sono noti per avere una composizione elevata. Hanno alte percentuali di fibre che aiutano l’intestino. Sono ricchi di grassi sani e fitosteroli, molecole che aiutano ad abbassare i livelli di colesterolo.

Come consumarli?

Con o senza ammollo. Alcune persone consigliano di “attivare” i semi prima di mangiarli. Questo si fa mettendoli a bagno una notte, come si fa con i legumi.

Nel caso di semi di lino e chia, rilasciano una sostanza viscosa nota come mucillagine, che aumenta la percentuale totale di fibra. Per gli altri l’ideale è triturarli, in modo che lo stomaco lavori meno cercando di digerire la cuticola dura che li circonda.

Questi sono gli effetti del consumo quotidiano di aglio sugli organi vitali

Semi di zucca

 

Semi di zucca
Semi di zucca

 

Il suo più alto contenuto è Omega-3 e 6 responsabili della formazione delle membrane cellulari e poiché il nostro organismo non è in grado di produrlo, è fondamentale inserirlo nella dieta.

È ricco del minerale ferro che è direttamente coinvolto nella produzione dei globuli rossi, responsabili del movimento dell’ossigeno attraverso il corpo.

Inoltre, è stato direttamente correlato alla salute della prostata, grazie alla sua cucurbita.

Semi di canapa

 

Semi di canapa o marijuana
Semi di canapa o marijuana

 

Si caratterizzano per avere i 9 aminoacidi essenziali, motivo per cui è considerata una fonte completa di proteine ​​vegetali. Le sue percentuali, infatti, sono più alte rispetto ad altri alimenti come l’agnello o il manzo. In proporzione, 2 o 3 cucchiai forniscono circa 11 grammi di proteine.

Grazie al loro contenuto di vitamina A, C ed E, sono considerati buoni antiossidanti. Sono una buona fonte di fibre che contribuisce alla sensazione di sazietà.

Semi di meraviglia

 

Semi di girasole o calendula
Semi di girasole o calendula

 

Possono essere un ingrediente particolarmente importante per gli sportivi grazie all’alto contenuto di potassio e magnesio, quest’ultimo aiuta anche a mantenere una buona funzione cerebrale.

Alcol e diabete? Controlla i tipi di bevande che puoi bere

semi di sesamo

 

Semi di sesamo non tostati
Semi di sesamo non tostati

 

È così ricco di calcio che può essere considerato un sostituto dei latticini per le persone con restrizioni dietetiche. Inoltre, è ricco di lectina, un lipide che aiuta a ridurre i grassi, principalmente il colesterolo “cattivo”.

Semi di lino macinati

 

Semi di lino o semi di lino
Semi di lino o semi di lino

 

Altamente raccomandato per regolare il transito intestinale grazie agli alti livelli di fibra solubile o insolubile. Inoltre, è ricco di Omega-3, 6, ferro, calcio, fosforo e magnesio.

semi di chia

 

semi di chia
semi di chia

 

È anche ricco di proteine ​​vegetali, quindi è altamente raccomandato. E il suo alto contenuto di acido grasso linoleico, parente degli Omega-3, lo rende anche parte di una dieta veramente sana.

Questo articolo è concepito per essere informativo e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedi sempre al tuo medico o specialista se hai domande sulla tua salute o prima di iniziare il trattamento.