“Molti moriranno”: la tragica previsione di Elon Musk sui viaggi su Marte

L’imprenditore fondatore di SpaceX è uno dei principali promotori dell’esplorazione spaziale. Infatti, attualmente la Stazione Spaziale Internazionale è abitata solo da 2 squadre della compagnia privata. Ma negli ultimi due decenni ha chiarito la sua intenzione di abitare un giorno su Marte .


Recentemente, Elon Musk in un’intervista con Peter Diamandis, fondatore della Fondazione XPrize, il CEO di SpaceX ha commentato i pericoli associati alle sue aspirazioni di colonizzazione interplanetaria. Musk avverte che nel processo “Probabilmente molte persone moriranno (?) È scomodo, un lungo viaggio e potresti non tornare vivo .

La tragica previsione di Musk si basa sugli antecedenti della corsa allo spazio. Durante i test sulla Terra del programma Apollo, nel 1960, morirono 3 astronauti . E negli anni ’80, durante i test dello Space Shuttle, 14 astronauti perirono nelle tragedie Columbia e Challenger.

 

Fa parte del team Challenger crew
Fa parte del team Challenger crew

 

Come Shakelton in Antartide

Di fronte alla possibilità altamente probabile che diversi astronauti e scienziati moriranno nel processo, Elon Musk ha già commentato che il programma “non costringerà nessuno ad andarsene” .

Vulcano Yellowstone: la minaccia per l'umanità sulla terra

Solo volontari, questa è la premessa, la stessa con cui Ernest Shakelton ha cercato la sua ciurma in Europa prima di partire per l’Antartide. “Si cercano volontari per un viaggio pericoloso, freddo gelido, lunghi mesi di oscurità, pericolo costante”, si legge nell’annuncio sul quotidiano inglese, che potrebbe essere molto simile alle condizioni di un viaggio spaziale su Marte.

Le sfide di venire su Marte

Mentre la morte imminente potrebbe essere una ragione sufficiente per dissuadere chiunque dalla colonizzazione marziana, non è l’unico conflitto. Innanzitutto, la corsa su Marte sarà estremamente costosa. Quanto? Probabilmente molto di più di quanto Elon Musk possa permettersi. Sebbene non ci siano calcoli precisi, è noto che durante il progetto Apollo, la NASA ha utilizzato il 4% della spesa fiscale degli Stati Uniti e l’operazione totale sarebbe uscita di $ 280 miliardi di dollari (valore della valuta di questi anni).

Inoltre, le questioni etiche e politiche rappresenteranno un’altra sfida. Lo sfruttamento delle risorse spaziali per l’arricchimento di alcune leggi e norme interspaziali sono alcune delle sfide che verranno.

Un disastro totale: cosa ci accadrebbe se un giorno la Luna scomparisse?