La formula per scegliere il nome perfetto per il tuo gatto

Ricevere un gattino è un processo molto eccitante. Dalla preparazione della casa, all’acquisto dei giocattoli e alla scelta del nome. Ma questo non è un compito facile, perché a volte gli animali domestici non riconoscono i loro nomi o non rispondono a loro.

Il primo consiglio è che una volta scelto un nome, va mantenuto e non chiamato con nessun diminutivo o soprannome che possa confonderlo.

Affinché tu possa avvicinarti al successo, devi seguire tre caratteristiche fondamentali quando scegli un nome:

Solo due o tre sillabe

Dovrebbe essere un nome breve, si spera che non contenga più di 3 sillabe, che sia breve e facile da chiamare, in modo da poterlo riconoscere meglio.

Rendilo “morbido”

Ai gatti non piacciono i nomi duri o taglienti, dovrebbero essere morbidi e si spera che finiscano con vocali come a, e, i e o.

Deve essere unico

È importante che il nome sia unico, che non sia lo stesso o suoni simile a quello di un’altra persona in casa, di un familiare o di un partner.

Cibo per cani Come scegli il meglio per il tuo animale domestico?

Come abituarsi al tuo nome?

Se hai già scelto il nome perfetto, e anche così il tuo gatto ti ignora o non risponde quando lo chiami, puoi seguire 3 passaggi per abituarti:

  1. Il modo in cui dici che è importante: cerca di farlo sembrare fluido e interessante, come se avessi qualcosa da offrirgli. Se suona troppo brusco, potrebbero non prestarti attenzione.
  2. Non urlargli contro da un’altra stanza: quando lo chiami le prime volte per nome, fallo vicino a lui e dagli una ricompensa quando ti presta attenzione o si avvicina a te.
  3. Una volta che ti risponde quando chiami da vicino, prova a chiamare da un’altra stanza o da una distanza maggiore. Se risponde e viene di corsa, è meglio rafforzare quel comportamento come gioco e con ricompense in modo che si abitui.