Ipertensione infantile: come rilevare in tempo questa malattia nei bambini?

Che ci crediate o no, anche i bambini possono soffrire di ipertensione, anche i più piccoli. Infatti, secondo un rapporto pubblicato dalla Società Pediatrica Cilena (SOCHIPE), la prevalenza dell’ipertensione nei bambini cileni è del 3,5%, il che potrebbe avere conseguenze per il futuro della loro salute.

A seconda di quanti anni hai, può essere data una spiegazione all’origine di questa condizione. I bambini più piccoli di solito hanno l’ ipertensione causata da una malattia o da un’altra diagnosi. Ma possono presentarlo anche per gli stessi motivi degli adulti: sovrappeso, cattiva alimentazione o mancanza di esercizio fisico .

La Dra. Lorena Galeotti, Direttore Medico di Abbott in Cile, ha raccomandato che la pressione sia controllata nelle visite dal pediatra. “Proprio come vengono misurati altezza e peso, sarebbe una buona pratica conoscere la pressione sanguigna”, ha detto il medico.

Il controllo è essenziale in questi casi perché è la migliore forma di rilevamento e diagnosi, altrimenti è molto difficile da rilevare. La stessa SOCHIPE ha determinato che alcuni dei sintomi associati all’ipertensione sono mal di testa, sangue dal naso, ronzio nelle orecchie e tachicardia.

Pesce per diabetici: cosa consigliano gli esperti?


Cosa possiamo fare per prevenirlo?

Innanzitutto è importante considerare la storia familiare, se a te oa un parente diretto è stata diagnosticata l’ipertensione, le possibilità che ha anche tuo figlio. Ma ci sono fattori di rischio che sono controllabili.

La Dott.ssa Lorena Galeotti consiglia di modificare alcune abitudini in modo che adulti e bambini possano evitare la malattia.

Esercizio quotidiano

L’idea è di rendere questa routine quotidiana, divertente o utile. Il dottor Galeotti consiglia di praticare “uno sport, fare una maratona in famiglia, cambiare la macchina con la bicicletta”.

Cambiamenti dietetici

Ridurre l’assunzione di sale è una delle raccomandazioni principali. Inoltre, dovresti aumentare il consumo di frutta, verdura e il consumo di pesce rispetto alla carne rossa. Questi cambiamenti possono essere difficili per i bambini che sono abituati a mangiare cibo spazzatura, quindi il Dr. Galeotti consiglia di inserirli in nuove abitudini salutari, ad esempio coltivare il cibo (anche se in porzioni molto piccole).

Problemi alla tiroide: controlla quali sintomi potrebbero indicare problemi

Spuntini nutrienti

Il cibo sano non deve essere male, ma l’idea è di fare le migliori scelte nutrizionali. È meglio dare la priorità agli snack con alte percentuali di proteine, come uova e cereali integrali.


Buone abitudini del sonno

I bambini stanno crescendo, quindi non solo devono dormire molto, ma devono anche dormire bene. Limitare l’uso degli schermi è un modo per aiutare il cervello dei bambini a riposare.

Questo articolo è concepito per essere informativo e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedi sempre al tuo medico o specialista se hai domande sulla tua salute o prima di iniziare il trattamento.