Giornata Mondiale della Fibromialgia: Come riconoscere se ho questa malattia

È un disturbo cronico che provoca molto dolore persistente e porta alla fatica. La fibromialgia è una malattia poco conosciuta e il tasso di prevalenza approssimativa è compreso tra il 2 e il 4% della popolazione.

Per questo motivo è molto difficile capire come funziona. Per molte persone è incomprensibile quanto possa essere invalidante il dolore causato da questa malattia, soprattutto quando non ha un’origine chiara.

Dolore insopportabile

Lucía Segura  all’età di 13 anni ha cominciato a sentire i primi sintomi. “Ho iniziato ad avere dolore alla pianta dei piedi, poi è salito alle ginocchia e ai fianchi. Presto è diventato così intenso che ho trascorso quasi tre mesi a letto”, ha detto.


I livelli di dolore possono causare un tale affaticamento che molti pazienti finiscono a letto o non sono in grado di svolgere le attività più semplici della loro vita quotidiana. Sviluppano anche disturbi del sonno, possono passare molte ore svegli a causa del dolore.

“Nella fibromialgia c’è un disturbo del sistema di riconoscimento dello stimolo nocicettivo. Tuttavia, non si sa ancora quali siano le cause specifiche che lo causano e in quale parte di questo ‘cablaggio’ questo problema potrebbe generare ”, ha spiegato il dott. Elías Utreras, direttore supplente del Millennium Nucleus MiNuSPain e accademico della Facoltà di Scienze l’Università del Cile.

"Dr. Google" È consigliabile cercare sul web i sintomi di una malattia?


Gli stimoli nocicettivi avvertono il midollo spinale e i neuroni del dolore e dei sensi. Secondo la dott.ssa Lilian Soto, esperta reumatologa in fibromialgia accademica presso l’HCUCH e l’Istituto di Scienze Biomediche della Facoltà di Medicina dell’Università del Cile, si tratta di una completa alterazione dei sensi. “È un dolore molto reale, e non solo dolore, tutte le sensibilità sono alterate. Indumenti stretti, una cucitura o odori specifici possono disturbare”, ha aggiunto lo specialista.

Diagnosi

Fu solo all’età di 20 anni che Lucía Segura conobbe la sua diagnosi. Ha passato 7 anni nel dolore, saltando da un dottore all’altro, non sapendo davvero cosa aveva. Sfortunatamente, la fibromialgia è una di quelle sindromi che non hanno un test, un test o un esame di laboratorio positivo che possono essere rapidamente diagnosticati.

Si tratta di studiare e conoscere. Per la Dott.ssa Soto, anni di esperienza le hanno insegnato che bisogna avere una visione più generale della medicina e della salute. “Per molti anni la medicina si è dedicata a trovare una causa o una risposta al dolore, ma la fibromialgia non è così”, ha detto lo specialista.

Antinfiammatorio naturale: scopri i benefici di Golden Berry

In ogni caso, è stato generalizzato che, se “una persona soffre di dolori muscoloscheletrici da più di 3 mesi, c’è un primo e grande indicatore diagnostico , ha detto lo specialista della malattia. È il dolore alle articolazioni, ai tendini, alla schiena, alle braccia e alle gambe che si sente costante.

Stigma

Se è già difficile per le persone credere al dolore che può provare una persona con fibromialgia, le donne sono più colpite. Isteriche, ipocondriache, bugie per attirare l’attenzione, sono alcuni dei commenti che la dottoressa Laura Soto ha sentito dai suoi pazienti. Alcuni gli hanno persino detto che preferirebbero avere una diagnosi come il cancro, che è meglio conosciuto e la maggior parte delle persone si identifica con coloro che soffrono di questa malattia.