Cancro al colon: sintomi da tenere d’occhio

Il cancro del colon è noto come una delle malattie associate al sistema gastrico più comune nei paesi sviluppati. È che sono associati al nostro stile di vita, che ci rende molto longevi e alla dieta squilibrata tipica di questi paesi.

Le persone che fumano, consumano alcol regolarmente e non fanno molta attività fisica, sono quelle con il più alto rischio di contrarre questa o altre malattie dell’apparato digerente.

Come inizia?

Il colon appare dalla crescita di cellule maligne nel rivestimento interno o nella mucosa del colon o del retto. Inizia con piccoli gruppi cellulari, chiamati polipi, che negli anni possono trasformarsi in cancro .

Questi polipi, che possono essere benigni o maligni, di solito non causano sintomi, possono essere identificati solo attraverso una colonscopia . Ecco perché gli esperti raccomandano di eseguire questo test periodicamente, soprattutto negli over 50 e in quelli con una storia familiare.


Quali sono i sintomi?

Come la maggior parte dei tumori, nelle prime fasi non ci sono sintomi importanti, altrimenti le persone potrebbero sentire:

  • Cambiamenti nel ritmo intestinale. O diarrea o costipazione
  • Sensazione che l’intestino non sia vuoto dopo essere andato in bagno
  • feci sanguinolente
  • Dolore addominale
  • Feci più strette (un tumore potrebbe schiacciarle)
  • Stanchezza o debolezza
  • Perdita di peso involontaria
Viene inventata una nuova prelibatezza: i ricercatori cileni creano una versione più sana con lo stesso sapore

Bisogna tenere in considerazione che le malattie infiammatorie e il cancro in particolare possono causare emorragie nel tratto intestinale. Sebbene molti possano prendere questo sintomo alla leggera, può peggiorare fino all’anemia a causa della quantità di sangue che viene regolarmente persa.


Questo articolo è concepito per essere informativo e non intende fornire consigli o soluzioni mediche. Chiedi sempre al tuo medico o specialista se hai domande sulla tua salute o prima di iniziare il trattamento.