Cachi in autunno: le migliori proprietà di questo frutto di stagione

Con la caduta delle foglie in autunno la produzione alimentare rallenta, ma non si ferma. In questo periodo possiamo vedere melograni e cachi, frutti dai colori forti che risaltano tra gli alberi.

Il caso del cachi è un po’ più sconosciuto alla maggior parte dei cileni, e non è il frutto tipico che si vede in fiera. Questo albero di origine asiatica ha avuto una piccola introduzione nel paese e talvolta può essere visto nei cortili di case e palazzi. 

Il frutto dell’arancia è caratterizzato dall’essere molto dolce, il che lo rende ricco di zuccheri, ma ha comunque poche calorie e contiene un’alta percentuale di vitamine. Infatti, il cachi fornisce il 55% di vitamina A consigliata per il consumo quotidiano.

Come lo mangi?

Come molti altri è un frutto molto versatile, può essere consumato fresco, essiccato o disidratato, può essere trasformato in confetture, succhi e viene utilizzato anche per cucinare dolci e diversi tipi di alimenti.

Artrite reumatoide, la malattia autoimmune che sfida Daniela Nicolás

 

Cachi nel processo di essiccazione
Cachi nel processo di essiccazione

 

Il consiglio nutrizionale, per sfruttare al meglio questo frutto, è di consumarlo con la sua buccia. È in questo che vengono immagazzinate le alte percentuali di carotenoidi, tannini e fibre alimentari, note per i loro grandi benefici . nel sistema.

Carotenoidi

Il colore rosso arancio medio intenso è causato da questo componente, lo stesso che si trova nelle carote. I carotenoidi sono antiossidanti essenziali per mantenere una visione sana. Infatti, se ad essi aggiungiamo l’alto contenuto di Vitamina A, il cachi diventa l’infallibile per la cura della vista.

Tannini

Sono un altro tipo di antiossidante che può aiutare a regolare la pressione sanguigna e ridurre le malattie cardiache. Inoltre, il cachi è ricco di flavonoidi che giocherebbero un ruolo nell’aiutare a prendersi cura dei livelli di colesterolo nel sistema.

Fibra alimentare


Giusto per darti un’idea, i cachi hanno circa il doppio della fibra di una mela. E non è una fibra qualsiasi, il cachi è ricco di fibre solubili. Questo composto permette di regolare e ridurre i livelli di colesterolo LDL perché consente al tuo corpo di espellerli.

Genere non binario: cosa significa l'identità della cantante Demi Lovato?

Inoltre, questo tipo di fibra trasforma il frutto in un carboidrato complesso, lento a digerire e ad assorbire lo zucchero, che aiuta a prevenire picchi nei livelli di glucosio nel sangue.

La fibra, infine, è fondamentale per una buona digestione e permette lo sviluppo di batteri e flora benefici per la salute dell’intero apparato digerente.